I principi in cui noi crediamo sono i valori fondamentali di tutte le grandi democrazie occidentali

Noi crediamo nella LIBERTA', in tutte le sue forme molteplici e vitali: libertÓ di pensiero e di opinione, di espressione, di culto, di associazione, libertÓ di impresa e di mercato, regolata da norme certe, chiare e uguali per tutti. Noi crediamo nella PERSONA, nel diritto di ciascuno di realizzare se stesso, di aspirare al benessere e alla felicitÓ, di costruirsi con le proprie mani il futuro e di poter educare i figli liberamente. Noi crediamo nella FAMIGLIA, nucleo fondamentale della nostra societÓ e centro dei nostri affetti principali.

Noi crediamo nell'IMPRESA, che Ŕ istituto principe cui Ŕ demandato il grande valore sociale della creazione del lavoro, del benessere e della ricchezza. Noi crediamo nei valori della nostra CULTURA ITALIANA, che tutto il mondo ammira e ci invidia. Noi condividiamo e coltiviamo i valori della nostra TRADIZIONE CRISTIANA: i valori irrinunciabili della vita, del bene comune, della libertÓ di educazione e di apprendimento, della pace, della solidarietÓ, della giustizia e della tolleranza verso tutti, inclusi gli avversari politici. Noi crediamo nel rispetto e nell'AMORE PER CHI E' PIU' DEBOLE, come gli ammalati, i bambini, gli anziani, gli emarginati.

 
 
Le nostre cinque grandi missioni per cambiare l'Italia Le cinque grandi strategie per migliorare la vita degli italiani

1. Riorganizzazione dal profondo di tutti gli apparati dello Stato per un nuovo modello di Stato informatizzato e digitalizzato, con piu' di cento servizi facilmente accessibili da parte dei cittadini.

1. Attuazione della nostra ricetta per il benessere: meno tasse sulle famiglie, sul lavoro e sulle imprese, meno burocrazia, meno divieti, meno sperperi di denaro pubblico, per avere piu' sviluppo e piu' lavoro, piu' risorse da investire per il bene di tutti.

 

2. Riforma dell'architettura istituzionale dello Stato: elezione diretta del Capo dello Stato, dimezzamento del numero dei parlamentari, devoluzione alle Regioni della responsabilita' per la scuola, per la sanita' e per la difesa dei cittadini dalla criminalita' urbana.

2. Attuazione di una nuova politica sociale per aiutare chi e' rimasto indietro e per aiutare chi aiuta gli altri: aumento a 1 milione delle pensioni minime, nessuna imposta sulle famiglie con redditi inferiori a 20 milioni, "buono scuola" e "buono salute", meno vincoli e piu' incentivi per il volontariato.

 

3. Rivisitazione del complesso delle leggi e dei codici per giungere alla formazione di Testi unici e di un nuovo Codice fiscale con l'abrogazione di migliaia di leggi.

3. Attuazione del nostro "Progetto per la prevenzione dei reati", con la riorganizzazione dell'intero apparato della sicurezza per proteggere davvero i cittadini: controllo del territorio, forse dell'ordine meglio equipaggiate e meglio pagate, rapidita' dei processi, certezza della pena, controllo dell'immigrazione clandestina.

 

4. Realizzazione del nostro "Piano per le grandi opere" indispensabili per il nostro Paese: strade, autostrade, ferrovie, ponti, porti, metropolitane, reti idriche. Difesa del territorio per resistere alle calamita' naturali e valorizzazione del nostro grande patrimonio artistico e ambientale.

4. Attuazione del nostro "Piano per la scuola, per la alfabetizzazione digitale e per la ricerca scientifica", le vere ricchezze del nostro futuro. Sospensione della riforma dei cicli scolastici, le tre "i" Inglese, Internet, Impresa, piu' investimenti e meno vincoli per la ricerca.

 

5. Attuazione del nostro "Piano per il Sud", chiave di volta dello sviluppo nazionale: lotta alla criminalita', nuove infrastrutture, incentivazione del turismo e dell'agricoltura, meno burocrazia, convenienza fiscale per gli imprenditori ad investire nel Meridione.

5. Difesa dell'ambiente e della salute dei cittadini con controlli piu' efficaci e rigorosi su acqua, aria e alimenti.

 
berlusconiforpresident.it berlusconiforpresident.it
votaberlusconi.it votaberlusconi.it